diritto di visita dei genitori separati

MUTUO, BANCA, RISARCIMENTO DANNI

“La banca, dopo avermi fatto a lungo attendere, mi ha inaspettatamente negato il mutuo informandomi in estremo RITARDO, cioè in prossimità del rogito, della necessità di un ulteriore requisito da parte mia. L’acquisto dell’abitazione ovviamente è saltato. È normale? Come posso agire contro l’istituto?”.

La banca nella sua doverosa attività di istruttoria finalizzata alla concessione di un finanziamento è OBBLIGATA a formulare al cliente, e nei tempi opportuni, TUTTE le richieste necessarie per il buon fine dell’operazione. Infatti, i 2 mesi di norma necessari alla banca per concludere l’istruttoria reddituale (sul soggetto che richiede il mutuo) e tecnica (sull’immobile da acquistare) sono più che sufficienti ad impedire richieste dell’ultima ora. È quindi possibile sostenere che se la banca faccia saltare un rogito, a causa di richieste nuove e tardive, deve risarcire tutti i danni arrecati al soggetto richiedente il mutuo (tesi recentemente sostenuta dal collegio di Napoli dell’Arbitro Bancario Finanziario (Abf), organismo della Banca d’Italia per la risoluzione dei conflitti banca-cliente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.