diritto di visita dei genitori separati

ASSEGNO DIVENTA DIGITALE: MENO CARTA E OCCHIO AI RISCHI

Nuova evoluzione nell’ambito della digitalizzazione dei pagamenti: l’assegno cartaceo attraverso la procedura denominata “Check Image Truncation” (CIT), una volta versato in banca, viene trasformato in un documento digitale con piena validità ad ogni effetto di legge. In pratica: 1) emissione e circolazione restano in forma cartacea; 2) il versamento avviene ugualmente presso gli sportelli bancari o i relativi Atm; 3) infine la CIT quale unica procedura utilizzabile dalle banche per il pagamento degli assegni. Ciò significa riduzione dei rischi operativi legati al suo scambio materiale e lavorazione manuale, ma fondamentale diffidare di chi chiede di inviare la fotografia di un assegno per completare un acquisto, magari a distanza o sul web. Gli assegni continuano a circolare in modalità cartacea e sono le banche a creare le immagini digitali. Spesso la richiesta di foto di assegni nasconde tentativi di truffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.