diritto di visita dei genitori separati

VACCINI: NESSUN NESSO CON AUTISMO, GENITORI CONDANNATI

Coppia di genitori condannata al pagamento di un’ammenda per aver presentato un “ricorso privo di qualunque base giuridica” avente ad oggetto il caso della loro bimba affetta da autismo infantile legato, a loro avviso, alle vaccinazioni obbligatorie.
Così la Corte di Cassazione nel verdetto 2983/2019 con cui conferma una precedente archiviazione del gip di Milano relativa alla denuncia per lesioni e abuso d’ufficio, statuisce che “non sono sindacabili in sede penale le direttive ministeriali fondate sulle risultanze dei più recenti studi epidemiologici che hanno escluso il nesso vaccino-autismo e non si configura alcun reato”.
In particolare, si è rilevata l’assenza di un qualsiasi indizio “che potesse far prospettare che la pretesa condotta irregolare si inserisse in un contesto di obiettiva volontà di abuso, consistente nel voler intenzionalmente provocare un danno ingiusto.
Respinto pertanto il ricorso dichiarandolo “inammissibile per manifesta infondatezza” e condannando padre e madre a versare 1000 euro alla Cassa delle ammende come sempre succede in questi casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.